Buongiorno a tutti, a partire da oggi, sabato 8 Giugno,  avremo un ondata di calore che colpirà soprattutto il sud Italia, ma passiamo ad analizzare le mappe.

Ecco la situazione prevista per oggi, partiamo con una mappa GFS a 500hPa:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

come possiamo vedere c’è l’affondo di aria fresca atlantica fin sulla Spagna con la risposta l’hp sub-tropicale tra centro-sud Italia e sudest europeo con temperature in forte aumento e tempo stabile, al nord invece ci sarà instabilità con temporali frequenti e temperature gradevoli.

Ecco la situazione a 850hPa:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

come possiamo vedere le temperature previste per oggi a 1500mt raggiungono i 20°C con punte di 24-25°C sulla Sardegna.

Ecco le temperature previste al suolo:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

fino a 35°C previsti sulla Puglia interna, 27-30°C verso le coste.

Ecco la situazione a 850hPa prevista per domani:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

temperature in ulteriore aumento con punte di 24-25°C a 1500mt.

Ecco le temperature previste al suolo:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

temperature in ulteriore forte aumento con massime fino a 36-38°C spinte anche da venti di origine meridionale.

Situazione abbastanza stabile fino a mercoledì anche se le temperature dovrebbero diminuire si 2-3°C, ma la fine dell’ondata di calore dovrebbe esserci giovedì quando le temperature torneranno più o meno in media con il periodo.

Ecco la situazione prevista a 500hPa:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

come possiamo vedere i massimi si sposteranno a sudest permettendo una buona diminuzione termica su Puglia e Basilicata.

Ecco la situazione a 850hPa:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

possiamo vedere come l’isoterma +24/+25 abbia lasciato il posto a isoterme sui +13/+15°C mentre ancora persiste la +20/+22 tra Sicilia e Calabria.

Ecco le massime previste:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

temperature in diminuzione con venti di maestrale con massime sui 26-29°C.

Il seguito è ancora molto confuso con differenze enormi tra i vari centri di calcolo modellistici, quindi al momento, preferiamo fermarci qui.

Ai prossimi aggiornamenti

Graziano Patruno

Di admin